il cappotto

che non ho
anche se usato
già rivoltato per la tinta

eppure mi fa caldo
solo guardarlo
che già sudo

povero me
tanto volevo rubarlo
con persona dentro
sarebbero venuti i carabinieri

VORREI POTER-

andare
sotto le foglie
del cavolo a merenda

quello di prima
che Aldo sforbiciò
per andare a scuola
e divenire diplomato
che tutti poi l'avrebbero
chiamato dottore
e nonno impazziva

E ADESSO--

chiederò
a chi non so
qualche soldo
solo per campare
pane secco in mezzo
al latte fuori la tazza

la mattina prima di andare
a scuola serviva per tirare avanti

la stagione d'inverno--

appare lucida
seppur bagnata
vorrei toccare
farmi carezzar
se non fosse
la barba
trascurata e irsuta

dirmi di no spingermi oltre
ogni confine d'immaginato sepolcro
per Amore disturbato

Verrà stagione

quella per me
ed io l'ascolto
vedo voli
sospiri
acquietati
Pindaro certo
mi dice qualcosa
ed io lo tengo
solo per me.

Padova pasqua 2021

QUIETE

forse dopo la doppia razione
di "lirica" casserà questa pungente
fitta che mi sconvolge il volto--

aspettiamo arrivi l ora decisa che segna
fugge
si nasconde
nega anche
aspettiamo

ARRIVA --

l'ultima stagione
quella solo ferma
valida..

son
"vecchio"
ormai più
nascondo

mi spiace-

Pd 13 4 2021

56 scalini--

fatti a fatica
per vuotare
pesantissimo
contenitore
da far scoppiare il cuore

eppoi tremar
poggiarsi al muro
a palme larghe pur di avere
fiato sicurezza
non cadere
altro non so

CONGEDO--

di Caproni che nessuno
poi ringrazia
bella alta e lirica davvero..

Lui abitava vicino casa mia
su a Monte Verde
zona periferica
nei casoni appena costruiti
zona popolare..

GIUSEPPE..

veniva da Siena
il colto ragazzo amava
il Cinema l'arte
ogni gesto rinascimentale
e mi spiegava ridendo
gonfio di gioia
ogni tentazione sbadata..

Giuseppe poi divenne "regista"

Primo libro

ecco adesso la verità che arriva
scegliere addebitarmi ogni propria immagine

sarà Pavese o qualche autore
straniero
non immagino
chiudo gli occhi
vedo la "bella estate"
"il compagno "

LA SPESA ....

è tornata
col fiato grosso
però
logico pure
vista la sua salute
il momento ingrato
ogni addebito pesante

è voluta uscire
coraggiosa virile tignosa
seppure io
avessi prima provato

FABRY ALLORA..

sulle spalle lo portavo
mostrarlo al sole
era vanto piacere

le ragazze ridevano e toccavano
con disinvolta estasi
io le guardavo offrendo di me
il frutto della bellezza

era davvero bello

UN GIORNO TI DIRO'..

erano giorni
usati a Francavilla a mare
dove nessuno si ferma
chè non si trova manco sul Touring
ho cercato eppoi trovato il mare
col cielo di Carra

piccolo dono di uno speciale dio

LE 0RE LE ORE NON PASSAVANO MAI

quelle parole
usate in prosa
erano prima poesia
versi letti da chi
se non dice ammette..

la poesia
fatta prosa
suona lo stesso
musica l'aria dintorno
ovunque sia raggio di sole.

AUTORIZZAZIONE

se c'è qualcosa che mi uggia
allora crepo di immagini
folgoranti nel mio cervello
divento folle
cerco nel buio sbatto la faccia
per terra
assaporo l'urina del cavallo
lasciata per forza

FATICA..

non posso muovermi
agire come fossi sempre
stato bene..

mi peso non ho che paura
anche di cadere
o peggio

come farò per realizzare
i debiti continui sogni miei
questo davvero
non so

ORDINE PER FORZA

piano pianissimo
come quasi non credevo
ecco i miei "pasolini"
e tutti quelli segnalati
da amici e sopra...

ripasserò emozionato
gli anni belli della stagione andata

DOMANI MAGARI

quando mi alzerò
appunterò
di là
"farmacia"
le due inserzioni
per avere
antidolorifici-.

pd 12 4 2021

LA MADRE DI GAGARIN

quel giorno senza sole
non ho guardato il cielo
senza volere
interesse d'altro
son passato davanti
alla nave dell'eroe :

fatta col martello
bulloni e chiodi ferrosi
reggevano il sito

COCLEARE

quel giorno che
appresi cordialmente
come e quanto
si possa udire..

Padova 12 4 2121

DOMANI o

magari oggi
sarà...

pd 12 4 2121

PIERANGELI..

quella ragazza
fuggita da qui
parlava sempre
di America
coi nomi letti e scritti
sui manifesti

attori attori
solo attori
e s'innamorò..

poi venne un giorno
atroce :

DOMANI E' UN ALTRO GIORNO..

si davvero
seppure manca
il tempo futuro

ma con quel titolo
da sempre
ha fatto storia

ed io mi aggrego
sfioro dei libri
li guardo sottilmente
mi giro
penso i giorni troppi

NERVOSISMO..

vorrei
magari fuggendo
trovarmi in treno
seduto davanti la ragazza

"viaggio -Padova-Senigallia"..

parlava e diceva
di scuola
del tempo a Pesaro

musica rossiniana ovunque

RIMEMBRANZE

quelle
col sapore del mare
della Rotonda
nuda invernale
paziente
mentre la gente ormai
è andata
al paese d'origine

in campagna
forse..

lontana
la punta del molo di Ancona

COMPARE ALLORA......

il nome Franco
ma chi scrive è Giuliana

parla con serenità
quasi ci fosse ancora
lui..
non capisco come si possa ancora
esprimere dichiarare
tempi concetti
sovrapponendo il tutto

IERI HO PROVATO

tentato

nulla

allora chiamo Valy

calma mi dice
stai calmo
pigia 3 volte il primo a destra
deve comparire pc-
vedi di attendere
poi scrivi
e se non riesci
chiamami..

istruzioni per l'uso..

dopo scritto poesie
premere " pubblica"..

se poi qualcosa non funziona
chiamami
era il mio mestiere

ora per te sarebbe anche di più
e meglio.-

Padova 10 aprile 2021

QUANDO SARO' LONTANO....

da qui
da questo impossibile
reale totale
impedimento

allora
forse non ricorderò
tutto e il niente attuale

vagherò
per cieli persiani
come fossi ancora SANDOKAN

Syndicate content