Blogs

CON QUESTO FREDDO..

nessun migrante
che sino a ieri posteggiava
sotto i portici
appare

chiedo
cerco

mi guardano
come fossi
"curioso"

peggio
chissà cosa

possibile
impossibile

spariti...

L E G G E R E..

in Via del Babuino

allora

imparai
compresi
senza sciupare tempo

infastidire

Vittorio
direttore
altri edotti
più grandi
in tutto..

prima di scrivere
dire
esprimere

aperto

NON VADO AL SALONE..

ogni qualvolta
programmo:

stavolta
andrò

debbo

tanto è il desiderio
curiosità
bisogno
di respirare
"l'aria"

non basta la scusa
dei fascisti
quell'editore
-stampatore

NON CREDO

tutte

tante sono
le sigarette
tenute appena

teneramente
in mano

tra le labbra..

...

forse
i ragazzi
sparsi
da queste parti
cercano

provano
illusioni
da fumatori

C A L I G O L A..

allora
quando ero giovane
ancora sognatore

bastava
un ritaglio di giornale
..

quasi a memoria
ricordavo
il Caligola
di Camus..

vagare
sembrando quasi folle

sentivo
vedevo pure

GIORNI PERDUTI..

quelli

tutti

senza colori
padrone

...
nome
cognome
luogo pure

arrivano
di traverso
posandosi violenti
nel mio cervello..?..

rileggo

chiudo la pagina
torno
daccapo

LEONARDO..

fanno un gran parlare
ognuno sa
dalla Francia
alla Toscana

dalla Gioconda
al Cenacolo

critici
scrittori
gente di spettacolo

descrivono
l'arte
in ogni particolare

HO VISTO SENNA...

il corridore
brasiliano
camminava
come fosse danzatore..

prima di volare
guardò la morte
in curva
rapire
amici suoi..

le donne tremavano
solo
a guardarlo
tanto era bello

GIORNI..

che sono
vanno
scompaiono
senza perchè..

misura
di tempo

sopra
"Il Carmine"

corro
stando
ridicolmente
fermo

aspetto
qualcuno

qualcosa

nulla
più so

tanti
perchè

APPENA QUI FUORI..

una panchina
bianca
di serie
in muratura

accoglie
un sempre
solo
"normale"

col sigaro grande

aperto tutto
ben tenuto
il quotidiano
dai caratteri
famigliari

sotto il sole

SOLO DUE BANDIERE..

erano giorni
allora..

c'era Carraro
il farmacista
uomini di fede

sempre progressisti

si andava
sino al monumento
in paese
dedicato ai Caduti
per la Patria

ricordi
brevi discorsi

LUCIDA-NERA- IGNOTA-..

pietra pesante
copre
pensieri
franchi:

TRUFFAUT

la gente
cerca..

guarda
ricordi
spariti
del ragazzo

"ribelle"

non ha parenti
..
fu
la nouvelle vague..

LUI.-.

25 APRILE 2019...

aspetto
emozione
ricordi
tanti

antichi quasi..

un bimbo
appena giunto
in bici
col casco

sa che giorno è questo

io
lo interrogo
e
lui :

risponde

mi guarda
come fossi
...

SUCCEDE..

spesso
quasi sempre direi:

le Persone
che stimo
insistono
si raccomandano
educatamente

quasi fosse preghiera

di non guardare la TV.

suggeriscono
caramente
di leggere

UN GRAN BRUTTO PARLARE...

mi sembra
tutto quanto attorno
gira..

per TV.
meno per radio

dicono
solo gravi bugie
promesse
poi scordate

son tanti
non pensavo

"loro
quelli"

quando verranno cacciati

NON CHIEDETEMI SE SONO FELICE..

scritta
come poche san fare

indicare

SUSANNA NIRENSTEIN

ci dice
di Clarice Lispector
del suo

"UN SOFFIO DI VITA"

la riflessione

sull'esisternza
fine
della Stessa

SE C'E' UNA COSA....

che mi arreca fastidio
immalinconisce pure
sono-è :

il cambio dei programmi di radio sotto le feste..

ripetono con noia
musiche
storie
filmati datati
sempre ripetitivi

IL POSTO DELLE FRAGOLE..

L'AGNESE VA A MORIRE.....
....
.....
....
mondo cane
direi

certo
lo penso

Katina Ranieri

provoca
stupenda
mente mia
affaticata
provata
da inutili sfide..

quel"mondo"
lassù

VISSERO DAVVERO...

per Bergman

furono loro
muse immense
infedeli
laiche
non perdonate
dal Dio
di qui.. :

LIV ULLMANN

BIBI ANDERSON

INGRID THULIN

furono Esse
o
LUI

a dirigere
destini

CANE GRANDE COME IL MONDO..

sotto
l'amato portico
davanti la vetrina accesa

abbaia

mi chiama..

la magra ragazza
tira il guinzaglio
tiene a fatica

stupendo cagnone
dice qualcosa
ed ella ride :

non tema

AVANZI DI MAGAZZINO..

in fondo
tra le perdute cose
c'ero pur'io

sopra tavola sporca
unta di nulla
giaceva
il corpo mio

immobile

nudo

perduto

ormai

sul camion

caricate "robe"

mi trovo

IL SABATO DEL VILLAGGIO..

ieri
o giù di lì
ho sentito registrazione
di Carmelo Bene

assieme
all'"Infinito"..

mi son messo di punta
a cercare
cercare
pensare
alla sua vita

quanto ha raccolto

scandalizzò

TRENO DI NOTTE PER LISBONA..

una di queste sere
ho visto
assorbito
turbato

il film
sopra detto

Lisbona
l'aria portoghese
lo spirito
della dittatura
ancora
aleggiava..

sempre
mi turba
affascina
ciò

SUL PORTONE DEL MALDURA..

puntato
appare
un avviso

ed io:

volevo vedere
rileggere

se il comunicato
era scritto col pc.
oppure
in caratteri
di andata macchina
come una volta..

vidi
rilessi
controllai

UNA FRENATA EDUCATA

c'era un ragazzo
forse
più di venti anni
aveva

seduto un poco di traverso
sulla bici
abbracciava un signore
anziano

come me..

udii
solo
e tanto fu :

"sai..

IL TEMPO

passato in fretta
quasi indifferente :

LILLI GRUBER

salì le scale
ora rifatte
con sorriso
e
rapida lingua :

ieri

ZINGARETTI

tra i nuovi ragazzi
di sopra..

ORVIETO-MILANO-ED ALTRI PURE....

guai a dire
cosa
come si pensa..

si
per loro è simbolo
ma la Torre
è sempre stata altro per me..

la struttura gotica

l'enorme
capienza
a mio parere
sarebbero state sconfitte

APPUNTI PER LA SPESA..

c'era una volta
canzonetta :

"Mo vene Natale"..

faceva pure ridere
portava speranze
gioie magari

chissà

ora
in questi giorni
arriva Pasqua
che in troppi festeggiano

pranzi

PESO' COME E DI PIU'...

forse la fretta

sempre la testa altrove

solo

ma non triste

apparve:

N O T R E --- D A M E

nera
cupa
gente tanta
troppa
da non vedere

pregare cosa..?..

un passo indietro

POESIA... di Boris Pasternak..

Poesia,io giurerò su di te
e finirò dopo aver perso la voce
non sei un portamento eloquente
e bello
ma sei l'estate in un posto di terza classe.
tu sei un sobborgo e non un ritornello

Syndicate content