Blogs

MISERIE QUOTIDIANE..

a tutte l'ore

notte

giorno apparente pure

c'è sempre
una mano di troppo

m'irrito..

infastidisco

borbotto
caccio
in malo modo

poveri

veri

apparenti

BICI FORATA...

ruota anteriore
tagliata

come fosse dispetto

raggi colorati..

cerchio pestato pure

si pensò
al becco di un uccello
dispettoso assai..

m'accorsi poi
che nel cortile

BUTTARE LI' QUALCOSA..

mentre
la gente dorme
il mondo che non conta

resto

insomma...

arriva
insiste
la voce
nel buio feroce

...

Gaber
è..

ovunque
..

sento coscienza indomita

ARIA DI MARE

vento leggero

ovunque insiste
sapore salato

infinito

spaccate
l'onde
bianche

sino alla battigia

furbo pare

malevolo certo

pigia sulla sabbia
l'impronta triestina

INVITO

ieri
o giù di lì
Valentina
mi ha invitato
a pregare nella sua chiesa

giovanissima
carina
viene da lontano
parla di miracoli

dei

roba che non assorbo

seppure indifferente

COMPLEANNO..

nessun regalo
pensiero

altro

come da noi..

ieri
il ragazzo cinese

alto

come atleta

dal fisico
attrezzato per sport
ha compiuto 22 anni

oltre gli auguri
dei clienti

HO VISTO PRIMA..

un avviso:

necrologio piccino
al palo incollato

nome cognome
anni vissuti

105-CENTOCINQUE-

un vecchio
dal cognome di quassù..

foto
immagine
visibile appena

nessuno chiedeva

CON L'ARIA CHE TIRA...

e dopo la manomissione di questi giorni
provata dal chirurgo
sulla mia bocca
di certo non desidero
fantasticare

cercare
altro che possa esser colorato

sappia di note
simil allegria

HO SOLO PROVATO..

varie volte

una-due-tre..

non ho sentito

capito

provato sensazioni

emozioni

altro..

quando mi capita leggere

pensare

fermo

guardando in alto

due libretti
scritti

LEGGERE PER NON....

la de Gregorio
all'ora di pranzo
o
la sera
sempre sul terzo

ha grazia
sa farmi stendere
la mente

mi rammenta
qualche insegnante
dei giorni
che sempre rimpiango

mi distrae

POST. di Carla Benedetti

vite sconosciute vivono,
dietro le conversazioni,

Gli sguardi,le strette di mano
i saluti,i baci sulle guance.

Solo negli abbracci stretti,
che durano un poco di più
e nei baci veri,

MALE-CIELO...

mai più..

dopo Il Cielo è Rosso
arrivò
senza più andarsene

Il male oscuro

violento
subdolo
quasi colla
di falegname

raccontò
in lingua contorta
storie
di amori

CAMPANER...

c'era in Treviso
un amico

tempo fa

poi
non so come

nè perchè

ci scordammo

non per ira

questo no..

così
superficialmente
come io so fare

senza vergogna

ognuno

FUORI POSTO....

saranno gli anni
mal sopportati

senza ora

così
come poca cosa fosse

giro
cerco
non trovo

anzi
un vuoto
mi pesa

innervosisco

quasi cadesse il mondo

chiudo la giornata

NELLE LEZIONI DEL DE SANCTIS....

entrava
a volte

LEOPARDI

gli alunni
scattavano in piedi

senza suggerimenti
ordini..

curvo
silente
l'immenso Poeta
parlava
pensava
portava..

dubbi

forse

sapienza

PRENDO LA PENNA....

torno

scrivo...

tento ancora

a mano

lascio da parte
il pc.

debbo posare
i miei segreti
ogni sentimento
sul foglio
come facevo allora

sarò diverso
più delicato
timoroso

BONJOUR TRISTESSE...

meriggio estivo

assorbivo
riga
per riga

sdraiato sullo sdraio
del bagnino
amico

quel libro
tanto di moda

leggevo

volavo
nei luoghi
dalla ragazza mito
tutti descritti

TORNATA IN MENTE...

canzonetta
del tempo infinito

qualche parola

appena il motivetto
come sussurrato
da un bambino..

era
Donatella Moretti
...

provava

forse riuscì
a sfondare

anche se provo

LIMASOLL...

toccò
come per gioco

sino a farli
rumoreggiare

i due panini
appena cotti

ragazzo
alto
snello
di colore

fermo sulla battigia

sorridente

dimentico
della lunga traversata

DIRITTI-LAVORO-POVERTA'..

di giorno
la notte

ogni tempo
inflazionato
dai nostri
"tutori"

coloro che siedono
...

si dannano
per convincerci
che ci pensano
fanno
il possibile
per aiutarci..

quante parole

CORBYN....

magari
fosse
il nostro futuro
come descritto

dal Politico inglese

lotte
impegni
solidarietà

già
da troppo

sempre
ormai

sentiamo
il tallone di ferro
calpestarci

ignorarci

PREGHIERE - FILOSOFIE - SPERANZE....

dapprima pazientemente
poi con rabbia
ho assalito

"Scuola di Pitagora"

provato
riprovato

sfoglio paginette
scruto caratteri

nulla

anzi

sono impreparato

non fa per me

HO ASCOLTATO VISTO IL GHETTO....

per RAI
nel pomeriggio
ho imparato
ancora

" Storia del Ghetto di Venezia "

commentato
fotografato
bene

ho ricordato
persone
fatti
voci

tanto
da stupirmi
sempre

DISPARI NOTE...

a bocca chiusa

solo pensando

il ragazzo cinese
mormora strani
difficili
versi..

canzone
senza parole
descrive forse
luoghi
del "Milione"

provo
tento
capire
intuire

QUANDO LA NOTTE.....

gli altri dormono
sognano
riposano

poi
non so

mi giro
pigio
sul collo

insacco la testa
nel cuculo
quasi fosse inverno
come arrivassero
ladri-assassini

sconosciuti
nemici

GIULIANO - LANGHE

racconta
di Pavese
le langhe
appena scorte

quando ritorna
dal suo Piemonte
viene

mi saluta

sfoglia panorami

pagine
einaudiane
quasi
avessi il libro in mano

entusiasmo

NOTTE SU RADIOTRE....

sfiori
cospargi
la mia spalla

nuda

assolata

trattieni il respiro

col ventre inquieto

pigi teneramente
parole
di giorni lontani

mai scordati

lette
sussurrate
immaginate

ANCHE A SIMONA....

spiace

peggio
...
Simona Vinci
dice
esprime
depressione
angoscia

altro..

risponde
senza sorridere
manco convince
..
col volto
sfingeo
esce
offre
sentimenti
da condividere

DOMENICO FARAO'...

una famiglia speciale
la sua
moglie
figli
nipoti

origini levantine positive

però

l'ebbi come responsabile
a Milano
davanti S.Vittore
sede della Sicurtà

eppoi girando
il Paese

NEL PIOVESE....

intimidazioni
peggio pure

al sindacalista della CGIL

nel "Mattino" di oggi
si avverte
il Popolo :

DELEGATO SINDACALE
ROM ANTIRAZZISTA
LAVORATORE
PARE DI FAMIGLIA

A QUALCUNO

Syndicate content