Blogs

QUELLA CANZONE DI CREMONI..

trovata
per caso
così
mentre cercavo
non so cosa :

"AL TELEFONO"

ripete
sussurra Cesare

senza sbagliare verbo
congiunzione
aggettivo

si sente
intuisce
da dove viene

città

BARCELLONA..

da la finestra

sale
viene :

Freddie Mercury - Monserrat Caballè

nessuno osa

magica notte

"simbolo "

segreta immensa emozione

nella mia busta
poserò
ora
subito

CERCA E SUBITO TROVA ..

"Saluto
all'Italia"

Maurizio

in prima pagina
del Ricciardi..

commenta
quanto e come scrisse
il Nostro sommo Poeta
Recanatese..

pare quasi contagio

questi giorni

COME MARTELLI IN PIETRA..

avverto
silenzio
solo
odo
quanto
come pigiano
sopra i miei denti :

esce
bianco sangue

l'ultimo

cado

dove

non so.-.

Padova 5 dicembre 2019

NON SO

da tempo
mi viene a mente
pallido ricordo

insistente
pure :

RICCARDO LOMBARDI

il suo iter politico
"avventura"

FERRUCCIO PARRI

confronto
parallelo

IN ITALIANO SI CHIAMA... GIULIA

ho chiesto stamane
alla signora del bar
come si scrive
dice
pronuncia
il suo nome
in cinese...

subito..

per dire

ha preso un mini foglietto
dai quadretti piccini piccini
e

GARA....

GRUBER
e
Palombelli

sciocca tenzone
in tecnicolor
offerto
dalla destra

frega auditel
ad otto e mezzo

clienti salviniani

oltre
età avanzata

penso

mi arrabbio

PERCHE' NON SI DICE

questo
è quello

il luogo

la scena esprimeva
ciò

dubbi tanti

curiosità pure

magari
altrove..

poesia
sesso
colore
costumi

mi turba

incuriosisce
anche.-.

LA GARA...

Giulia
mi mostra
immagini di Beatrice
in posa di ballerina
a colori..

si perde
disperde Giulia
descrive
la piccina
come Degas
sapeva ...

si tocca
i capelli
accarezza del volto suo

FENOGLIO PERSONA :BUONA....

se dopo
ed anche dopo
Fenoglio avesse visto
udito
partecipato
allora :

sempre più solo
si sarebbe sentito

I Partigiani
quelli che combatterono
con LUI
sapevano
e stettero silenti

AVEVO ALTRA EDIZIONE..

cercando
con la mia memoria
non ho trovato
l'edizione
che desidero avere ancora..

questa economica Feltrinelli
ha caratteri piccini
mal messi
pure scoloriti
posticci
e peggio..

GIGLI E LA MIA MAMMA...

ho udito
la voce di Gigli

mamma diceva belle parole
raccontava
commossa
del Tenore marchigiano..

strozzata
lacrimosa
voce
storie facili
per lei

"gente" semplice
oltre..

NON SO PERCHE'..

interminabile notte
piovigginosa

ho sentito
forse creduto

picchiare sui vetri
mille infinite gocce
venute da sotto
e sopra

ovunque
ci fosse un buco
passare

slabbrare
la ferita

C' E' PER RADIO...

logorroioco..

parla senza respiro
della Leopolda

accusa tutti

solo lui sa..
..
insopportabile

faccia da ladro
occupa ogni angolo
anche
dal sapore di urina..

mandatelo altrove

HO CERCATO CERCATO NEL CIELO..

tutto mio passato
fatto di sogni
desideri
"solidarietà"

la luna
che tanto piaceva
alla Signora della Wiennese
...

la stessa luna
spiona
allegra
studiosa

con santi
briganti

RESTA QUEL GIORNALE

su
la vuota
gelida
panchina

aperto
zuppo di pioggia
solo
il giornale..

lo stesso
che io leggo
a cui
mi lego
....

chissà
dove sarà
l'uomo
che sempre leggeva

A FRANCO GIANNINI-senigallia-"Brontolone"

ho cercato
provato
tramite internet

più
ti trovo
FRANCO..

so che
sei sempre presente

"tra i tanti spariti"

come posso
ricordarti

" RICORDARMI "

che desidero toccare

UN COLPO DI PISTOLA

nulla

nessuno
tranne il sole

si accorse :

tentò
in cliniche famose
per gente ricca
attori universali

PEDRO ARMENDARIZ

tolse il disturbo
sparandosi
senza paura

dignità

FOGLIO DI CARTA

in fondo
appare :

opera attuale
di Beatrice bambina

"E' NATO GESU'"

piccola culla
a destra
in basso

stella cometa

bottiglie
caffè
...

bar cinese
è.-.

Von der Leyen

appare
silente
col codazzo di maschi
dietro
attorno

fascinosa
elegante
come sempre

di più

sembra

dice..

solo intuisco

"femmina tutta"

guardo
mi aggrego

andrà

AI LUNATICI

ho visto

udito quasi
qualcuno
che :

UGO

che fai ..?..

non piangere

TU

non morrai.-

Padova 28 novembre 2019
(ai campi di tennis...UGO...VITTORIO...amici di allora..)

A CHI LA COLPA..

crolla
pezzo
per pezzo
sto' mondo

le stagioni impazzite
acqua sempre e dovunque

terremoti
tra i poveri sfortunati

fa caldo
il contrario di ciò

penso che il mondo abbia

LA SPIAGGIA DI DURAZZO

sotto generose palme
presi sole
i piedi
nell'acqua tiepida
pulita
come non so

verrà
l'estate
pure
per noi

gente silenziosa
educata
colma di nostalgia
inespressa
forse..

davanti

Z O F F...

silenzio
forse
altro
ecco :

laggiù
coi tacchi
strisciava
segnando
righe

territorio
di sua competenza
davanti la porta

poca gente
nel piccolo stadio vicentino

divisa nera

PIOVE PIOVE ...

povera PATRIA mia

questi
e
quelli
non si avvedono
che stiamo sparendo

vogliono vincere
comandare

....

ciò che resta
non immagino

nero
pozzo

in fondo
melma

e

PARLANO DICONO....

chiacchierano tutti

pure Gassmann
54 anni
ben portati

ecologista

dice

sempre all'ombra
di"unipolsai"

cerca convincere
mari e monti

mi spiace
si venda così

rende

IL NUOVO AMICO

timidamente
stamane
a me
vicino
prima
è venuto...

nulla di esso so-conosco
solo il nome

M A U R I Z I O

sorride
lontane cose dice
sempre disponibile

ha fatto segno
col dito

HO CHIUSO L'OCCHIO

sinistro
per non soffrire

riposa così
la mente
credo

dopo il collirio
sul destro
avverto disagio
globale

sento male
irrito chi mi parla

taccio
malamente osservo

SFOGLIERO' L'ODISSEA...

quella slabbrata
di quando andavo
a scuola
con note
a matita
sopra

respirerò
gli anni fuggiti
vedrò
avita terra
"quella di Ulisse"

i 14 canti
particolari

Telemaco sarò

altro

MUTI PROVA LA TRAVIATA

tempo leggero
odoroso
come non so

tra quei ragazzi
il gran Maestro
spiega
insegna

rapidi
svegli
fatti di note
sorridono
seguono istruzioni

ricorda sempre
Toscanini
di qua-di là

Syndicate content