MUSICA SOSPESA...

già tempo è passato..

troppo
....

stampano ora

Uto Ughi

affermano
che sostituirà
il Gran Maestro

non sento
manco credo
alla chiacchiera

magari vera.-.

L'ALA DELL'ANGELO....

tra i libri
più cari
indispensabili
ho sempre posato
ciò che scrisse
disse
l'amico ROSINI...

lo conobbi
quassù

solo
dopo vari
profondi incontri

ho sentito
capito
rimpianto

SALUTO......

così
come nulla
o molto fosse
Elisabetta :

Dariooooo-!!!

anche più lungo poi

la delicata
amica

mi saluta

col sorriso
scolastico
..
ed io
pesante
tardo
rispondo

PRIGIONIERO...

sino a poi

quanto

quale non so...

stamane

ho capito :

"RADIOMONTECARLO"

da ragazzo

sempre captavo

la stazione

lontana

affascinante

oltre

il confine...-.

VITA VENDUTA-RUBATA ....

dietro la siepe

descrisse Pasolini

madre inconsolata...

squallida periferia

indifferente

girò nel vuoto

solo

il ragazzo....

sparito.-.

ADAMO....

giorni
anni
musica...

semplice
fatta di note
accorate
che sempre parlavano
dicevano :

"amore"

nel buio o col sole

c'era di fatto
nostalgia
-la patria lontana-
accumunata

CONCITA INVECE....

afferma
amareggiata
piena di dubbi

tornata ai giorni
che una volta
parevano certi

donati
a fratelli
amate persone
svanite

chissà dove..

insiste
dubbiosa
nei giorni grigi

COME NULLA FOSSE...

scuse

senz'ore
tempo
luogo

magari

dispari giorni

davanti
ad uno dei due volumi
editi da Einaudi

accanto
il teatro riparato
..

di EDUARDO
....
in Napoli

allora

spinge

SEMBRAVA ......

cumulo di stracci
per terra

nell'angolo
del "Ricovero per Vecchi"..

morto...

morta...

avanzo di nulla
del niente
che nessuno cerca

vuole

ho fermato
il mio andare
senza nome..

PER SCUSA....

ho visto
da qui

Paola
venire

ferma...

poi
ha ripreso
il passo
quasi cercasse
qualcosa...

è venuta
in cerca di forbici
doveva tagliare
aprire una busta
cercare ..

EPPUR SI MUOVE...

"GALILEO"

più volte
disse

pensò

senza rinnegare :

IPSE DIXIT...

ad occhi spenti

lontano

ovunque

la chiesa

GLI chiuse

ogni speranza futura...

coraggiosamente

GENERAZIONE TELEMACO

anche poi
ho tentato
per tempo
insito a la prosa storica
della Grecia Antica...

non son riuscito
....
ho atteso l'ore di pomeriggio
vagando in pagine
posti

DA RADIO 24 A RADIOTRE....

difficile
...
peggio
direi

passo da un posto
all'altro
senza trovare

risposta

che mi
possa
quietare

aspetto
nel buio

qualcuno

silente

oppure chiassoso
che forse

GOCCE INFINITE

aspetto...

piove da poco

sveltisce adesso

cadono
nella pozza
davanti
Maurizio

bagnato
in testa
sulle spalle
cerco laggiù
sopra il ponte

i fari
a volte vanno
oppure segnano

LA PAZZA GIOIA....

suona

guardo emozionato il suo bel

unico volto

Valeria Bruni Tedeschi

dice
tacendo
cose infinite
..
vestita

come non so..

il suo francese
originario
traspira speranze

CANZONE FORSE..

e mentre
a fatica
cerco
fuggo
tra una piega
..
altro

arriva
la voce
del tempo passato
..

Loredana Bertè

sussurra
malamente
solitudine
dolore
senza terra..

non ricordo

TONTO....

non so perchè

manco per come..

quasi all'ora di cena

e non avevo fame
logicamente

nel mezzo buio
Olga mi dice qualcosa
piano

quasi sussurra

..
io rispondo fuori tono

LIRICHE...

ho cercato

non trovato...

deluso
spogliato

oltre...

127 pagine
tanto economiche
seppur lodate
da Ungaretti
...

storia di Enea..?...

non ho trovato

IL CASO ALDROVANDI-LA FINE DI CUCCHI--...

spesso
troppo spesso
accade :

leggere

ALDROVANDI

CUCCHI :

erano ragazzi
finiti
a bastonate

per giustizia
uso
di parte..

eppoi
spigolare
cercare
verità

DONI DI ROBERTO...

ho riletto
gustato
anche capito
..
i libri

tre...

che Roberto
mi ha portato
quassù..

mirato i disegni
nomi
cognomi
luoghi
delle parti mie
....
e più li tocco
...

allora

MARIA........

giorni tanti
passati
...
i suoi vestiti...

unici
come LEI

al Pedrocchi

la folla
mirava
respirava
arie e tempo
che solo Suo è stato

colori invisibili
mi porto dentro

sempre

I SOLDI...

ho contato...

i soldi

una

più volte

raggiungere
ciò che serve
per pranzo..

se prendo
lo Yogurt al caffè

una

più mozzarelle
...

allora salto
il giornale

LEZIONE MONDIALE....

in TV-7

quando Zavoli

chiese a BASAGLIA :

se premeva
più la malattia
o
il malato

il PROF.

secco rispose

sicuro..

diede risposta onesta

che io non ricordo
..

BASAGLIA-ONGARO-180-....

mente
malattia
pensiero
legavano
menavano
le corde
ogni portamento

c'era chi
...
e tutti erano

si respirava
liberava
sperava
....
a Trieste
Gorizia
Padova

qualcuno

CREDO SIA.....

di certo
la prima volta

io ed Olga
quasi si litigava
per spartirsi
dividere

assorbire
i libri che
-Roberto Pagetta-
mi ha donato
con dedica...

seppure
mi senta estraneo
poco

ABBRACCIO....

io
non sapevo
manco credevo

anzi...

scambiati
libri
detto cose
infinite

infinite
espressioni

il Padre
le sorelle
la casa
giù ad Ancona
...
segreti
emozioni
infinite
...

LENIN.....

letto

non sentito
certo

pensato

mi ha lasciato
così....

straniero
come nulla fosse

peggio..

tradotto
dal persiano
in veneto
eppoi italiano..?..

vita
apparente

E SE NON MI ODI....

udisci

intendo

ascolta
rispondimi..

sappi
che l'ictus
come a tua madre
mi prenderà...

sono

sarò

ogni attimo
sempre più

meno coerente

quest'aria
che non respiro

GILDA - BUON GIORNO....

GILDA

è arrivata

ricerca
tra libri
fatti
saluti...

si respirava
parlava
pensava..

dopo
il saluto mio
pesante
afoso

e
Lei mi tendeva le mani

sudato
a disagio
per il

TESTIMONE......

senza nulla dire
tacendo
nascosto
forse
..
ho visto
letto
il nome della via
numero civico..

...

4 pallottole
sparse per terra
dopo l'omicidio
....
un poco di sangue
secco

Syndicate content