SOLO SOLISSIMO

Nero
cattivo
Aspetta
l'inganno
nel buio
Nascosto
Lungo
infinito

Dietro le imposte
qualcuno trattiene il respiro

Tutta la Via è ferma
attende l'imprevedibile

E' la strada
dove corrono gli studenti
La stessa
Ma molto più tardi
Adesso c'è posto per tutti

Il misterioso
lacerante urlo della prostituta
soffoca nel sangue
Rantola
irretisce il gattone nero
Dormiva sotto il Portico

Non una lampada
Eppure è Natale
Arriverà il giorno
Quale e come sarà
non immagino proprio
Giù in fondo
il rumore
del mare d'inverno
Confonde
impaurisce
un'anima insonne.

Padova 16 dicembre 2006