LA STRADA VUOTA

Non passa
a quest'ora
alcuna monaca
Anzi si
una mi urta
Guardo il cielo
Senza espressione lei
Tiene stretto
quasi lo spezza
un rozzo rosario
Pare comandata
Va al Carmine
senza voglia
entusiasmo
un perchè
Suora
avanti con gli anni
trascina scarpe nere
da uomo
Senza quell'abito
anche un'arma bianca
potrebbe imbracciare
Mai un fiore
un piccolo libro
nelle profonde tasche
Qualche sperduta caramella
tra i nodi del fazzoletto
lavato un giorno antico
Non sono preghiere
conta
E' certa che malfattori
ladri
umana gente
aspettino nascosti
pronti
a rubarle
anche i ricordi
Scordati in Missione
quando era giovane.

Padova 5 agosto 2006