SADDAN BOIA DEI CAN

C'era una volta
al mio paese
l'accalappiacani:
Largo
Basso
Con la testa grossa
Una frusta lunga
con il laccio

Aveva una testa così grossa
donde tutti lo chiamavano Teston

Girava di nascosto
nei pubblici giardini
acquattato
dietro siepi ben curate
Emanava odore
come le sue vittime

Sentivi guaire
abbaiare
rapide corse
La risata soddisfatta
come se avesse baciato
la donna più bella del mondo

Ebbe vita breve
per fortuna
Sotto le bombe
scomparve
chissà dove

Faceva paura
a noi bambini
Si cambiava strada
al sol vederlo

Nè streghe
orchi
befane

Il più brutto
cattivo
era Teston.

Padova 17 gennaio 2007