TUFFO NASCOSTO

Senza schizzi

Da uno scoglio qualsiasi
dietro il Conero

Una notte improvvisa

Non sentirò freddo
paure di sorta

Quando il fiato finirà
allargherò le braccia

Ad occhi chiusi
nessun buio
angustie
curiosità

Poco stupore
per chi mi ritroverà
chissà dove

Chissà quando

Un posto libero
in più

Per chi s'è stufato.

Padova 28 aprile 2007