2006 ANNO NUOVO

Riprenderò i colori
qualche pennello
Potrò così
parlare del mio mare
giù a Senigallia
in mezzo a tanto buio
e vento freddissimo
Non c'è nessuno in giro
lungomare deserto
Rotonda in perenne cantiere
orizzonte mescolato
a tanta vita sopita
che solo a primavera
eppoi d'estate
ritornerà
Illusioni di sempre
Niente lacrime
una sola parola
pensiero dolente
Confusione
sul cuore
in testa
dentro gli occhi gelati
Credo di non poter sopportare
ancora
tutto il dolore
che dentro pigia
tanto.

Senigallia 2 gennaio 2006 ( Cimitero alle Grazie )