STELLA STELLINA

Non sa
non può sapere.
Di notte
lei sola
bianchissima
lontano
al centro
sopra Ponte Molino.

E'ora
aspettano.

Dopo il botto violento
stesso istante
la porteranno a Senigallia
Di lui
quassu'
quello che resta.

E'stata un'avventura
pianti
stupori
liti
musiche e letture
Dispersi
i tanto amati libri.
Il resto sarà nulla.
Grazie Signore
sapevo
che non c'eri
Fiori di plastica
per quei due vecchi.
Morti da tempo.