POVERI

Verso la Cupola del Carmine
il volto al cielo
sicura e serena
di corsa

Mi accennò
dei suoi giochi di bambina
in soffitta
al centro di Padova
con le bambole

Provava disagio ad invitare amiche
e loro ricambiavano ignorandola

Quella ragazza andò lontano
crebbe in fretta

Nel Partito imparò la vita
conobbe la storia degli onesti

Tanti dicevano che era assai carina
veloce
fidata

Sempre e solo aggettivi positivi
per questa signora
che ho conosciuto solo adesso.

Padova 2 febbraio 2006