GABBIANI FEROCI

mi hanno inseguito
stanotte

col fiato nullo

nascosto
dietro l'ombra mia
ho cercato salvarmi
senza sapere
perchè

piano
pianissimo
ho visto
immaginato :

disperati piccioni
affamati
con l'edera in becco
erano

rumori

battito d'ali

nel cielo

presagio
sinistro

arriva
qualche goccia
sporca di polvere

assetata
come la terra

questa

dimenticata.-.

Padova 25 agosto 2017
(sensazione ingrata)