VIOLINO NASCOSTO..

giaceva
sopra

accanto
la mia camicia

lavata
stirata
dall'anziana
moglie

senza sportelli
era l'armadio

due legni traversali
avanzati chissà da quando

fungevano da camera
salvata
dalla guerra

dopo le prove
prima del concerto
domenicale
il nobile suonatore
puliva col fazzoletto
da immaginata polvere
pregevole strumento

un vecchio giornale
separava
l'indumento
dalle antiche note..

sempre

pur ora
ricordo emozionato
quel luogo
ove vissi giorni
mai contati

anche adesso
pare tornare
tutto
a nuova vita.-.

Padova 30 agosto 2017
(quinto piano...Via dei Serpenti)