INVECE DI CONCITA....

credo

malamente sento
ciò che scrive

seppure
commosso
come quando
era all'UNITA'

provo stranezze
quasi mai avessi capito
parlato lessico
di secoli
mai stati

sentimenti
enigmistici

persone inventate
senza lidi
sforzi abissali

provo
a tentoni
cambio occhiali
cerco

cerco
come gioco sciocco
inutile

mai pensavo
di non capire
strani malesseri
stampati
quasi prova

al punto
arrivo
avaro
inutile

forse svanisco

non esisto-.-.

Padova 18 settembre 2017
(davvero non so...)