IRIS NEL SOGNO

Tutta contenta
pareva
Grata
ancora in piedi aspettava
Stupita
seria
piena
L'angolo della camera
con poca luce
solo il letto mostrava
tutto disfatto
Iris accarezzava la pancia
ancora bambina
bagnata di liquido
Si leccava le dita
temendo di scordare
Salato come il mare
quel torbido sapore
toglieva ogni voglia di sciacquarsi
Lungo il Corso
Iris
non più vergine
camminerà con più gusto
Quasi griderà
che ha ancora voglia
A chi?

Padova 17 agosto 2006