LETTERA A MIA MADRE

pure
non leggessi
questo mio scritto

buttato

così posato

MAMMINA

meglio sarebbe..

sei andata via
senza saperlo

soffrendo
urlando
con la bocca tappata
pel dolore bestiale.

dopo :

"fuoco di s.antonio"
altre ignominose robe

solito
povero eterno straccio

per vestito

in mente
ancora

me

di cui parlava la radio.-.

Padova 21 marzo 2018
(credevi sarei diventato CHISSACHI...)