LA SUA VOCE..

in Duomo

nomi
e cognomi
di chi non sapeva
voleva
donare

nascosti
in pellicce
ricchissime
coperti
da manti feroci
ricchi borghesi
fuggivano
impauriti

Padre TUROLDO
descriveva
ingiustizie
peccati
vanità
come nessuno
poi

leggendo
di CAMILLA
nel suo
"lato debole"
ridicola
apparve
vigliacca gente
peccatrice

non potei
ascoltare
vedere

l'UOMO

sparito
tacendo
col Suo male.-.

Padova 21 maggio 2019
(ricordo pallido di TUROLDO..)