DOMENICA SULL'ARGINE

Dubbi
nostalgie
sogni
desideri

Spenti sorrisi

Raggi di sole
tra generose foglie

Brillano nell'acqua
del ripulito Brenta

Volano sul fiume sassolini
quasi galleggiano

Tranquilli cerchi
sempre più larghi
poi

Farfalle colorate

Rapide api
succhiano curati rami

Latrano cani
giù negli orti
legati al palo

Improvviso
un pensiero fugge
al Canzoniere di Saba

C'era quel verso
" freccia insanguinata
uccideva amore".

Padova 24 dicembre 2007