DOLCI FOLLIE

scese le scale
mani
strette all'improbabile
balaustra

c'era di sotto
musica

chiasso amico

saluto corale:

"ciao Peppino "

e lui rispondeva
a Rita

sorridendo
cambiava canzone

intonava quella
a lei carissima

bevute
balli lenti
ad occhi
chiusi

chissà

tutto durò
tempo nascosto
immenso
lungo
chissà quanto

eppoi

così
finì.-.

Padova 21 ottobre 2019
(lavoro "mentale")