C'ERANO TUTTI

Stanotte
ho rivisto il mare

Quello nostro
mio

Tra vecchi capanni scoloriti
quasi per gioco
ci si baciava
svelti-svelti
a turno
senza troppe storie

I piccoli seni
riempivano le nostre mani ragazzine

< adesso basta >
voleva dire non farmi male
accarezzami piano

E c'erano pesci ragno
di notte nell'acqua
del mare misterioso
quasi nuovo

Erano giorni
notti
vita

C'era un pezzo di luna
nel cielo
solo un pezzetto

Venne il dopo

Durò pochissimo

C'è una mano
confuso gesto
troppo lontano

Chiama
pare
dall'altra riva
forse saluta

Che lingua strana
sorriso
non connetto

Ho capito
aspetta
ho capito
aspetta

Salto dal letto
scivolo sul libro
caduto a terra
la sera prima

Ora ho capito

Era Anna

Tentava invano
di spiegarmi
raccontarmi

Tremante come sempre
cominciò a svanire

Sparì

Io sono solo.

Padova 25 dicembre 2007