AI LUNATICI....

la sera

quando mi stendo
con la radio
incollata

tra
mento
ed un orecchio
temo
ogni Vostra venuta
onesta
spiritosa
leale
larghissima..

mi spiego

avete un mondo
che temo perdere
invidio sanamente
ogni voce
che di rimbalzo
arriva
da ogni dove
che poi
assorbo...

se fosse vero
ciò che odo
oppure
di comodo
chissà...
...
dubbi
tanti troppi
solo
eternamente
infiniti
nemici
pesanti..

deluso
sbagliato

avverto
ecco
si sento peso
fortissimo
sul petto
come fosse
per arrivare
lei

intrusa
sinistra

morte ..?..-.

Padova 3 gennaio 2020
(verrà quale futuro..allora..)