PIOVERA'

Sotto il celeste Burka
ho riconosciuto Rita

A Piazza Vittorio
gestiva una vuota bancherella

Bianchissini denti
certo pescati
negli abissi dell'Adriatico

La pelle liscia
scorrevole
abbronzata
selvaggia
profumata di bosco

Capelli biondi
lunghi
fini

Le mani gentili
magiche

Bassa la voce
come infernale

Poneva enigni irrisolvibili

Nel cielo lontano
lampi nervosi
minacciosi
veloci

Vattene
è solo passato
di tanti anni fa

Girandomi
ho visto Rita
spogliarsi e danzare
pareva Salomè

Mi sono sentito
straccio

Buttato via.

Padova 1 gennaio 2008