CI VUOLE UNA SPINTA

Lo scorrevole cancello in ferro
è di nuovo chiuso
Poche macchine in cortile
Le ferie son finite
Non c'è tanta voglia di ridere
Mi pare
Ci guardiamo poco volentieri
non ci riconosciamo
quasi meglio non esserci
Per radio arrivano notizie terribili
Le tre grandi religioni
la globalizzazione
il buco dell'ozono
ovunque si spara
si uccide anche per dividerci
il nulla
Confusione
ira
violenza
Guerra solo guerra
dappertutto
Dov'è finita la bella
abbronzata gioventù?
Era solo immaginazione
quel mondo che più non vedo
Troverò a Parigi almeno
una giustificazione
qualcosa che assomigli
ad una risposta.

Padova 21 agosto 2006