PIU' NULLA DI CIO'

QUANDO SI VOLSE AL MARE
SCORSE UNA BIANCA VELA
TRASPARENTE
LENTA
SENZA DRAMMA
AFFONDAVA

COME STAMPATO
IL SOLE ROSSO
SORRIDEVA
C'ERA LA TRATTA
DAVANTI AL REGINA
SI SAREBBE CONCLUSA
DENTRO LA RETE
DI TUTTO
POVERE COSE
ASSIEME QUALCHE GUIZZANTE PESCE
TIRAVANO
FORTE ALLEGRI
LA CORDA
I PESCATORI
CON LA SIGARETTA IN BOCCA
QUALCHE CASSETTA
AVANZATA AI FRUTTIVENDOLI
SAREBBE BASTATA PER CONTENERE
IL RACCOLTO

COME AD ORTONA
A SENIGALLIA
A VASTO
LA TRATTA AL LEVAR DEL SOLE
ATTIRAVA SEMPRE TANTI CURIOSI
I PIEDI GELATI
NON ANCORA DEL TUTTO SVEGLI
ASPETTAVAMO

QUALCHE FORESTIERO
CONTRATTAVA

SPESSO
DI NASCOSTO
SI CORREVA DIETRO I CAPANNI
A FAR PIPI'
PER LA FRETTA
CI BAGNAVAMO ANCHE LE MUTANDE

VERSO LE NOVE
TORNAVAMO A CASA
UNA MERENDA FRUGALE
EPPOI DI NUOVO AL MARE
PER PAURA CHE CI SFUGGISSE
IL TEMPO.

PADOVA 6 ottobre 2006